Continuano le tensioni tra Serbia e Kosovo

Pubblicato il 17 gennaio 2017 alle 16:30 in Balcani

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Serbia vuole impadronirsi dell’area settentrionale del Kosovo, seguendo l’esempio dell’annessione della Crimea alla Russia del marzo 2014.

La dichiarazione è stata resa nota ieri dal presidente kosovaro, Hashim Thaci, a pochi giorni dalle tensioni tra i due paesi relative al treno serbo che avrebbe dovuto attraversare i confini del Kosovo per arrivare a Mitrovica. Le unità di polizia speciali kosovare sono intervenute per bloccare il treno, il quale è stato fermato per ordine del primo ministro serbo, Aleksander Vucic. Non riconoscendo l’indipendenza del Kosovo, la Serbia non ha chiesto il permesso a Pristina per il passaggio del mezzo.

Ad avviso di Tachi, la Serbia voleva creare un pretesto per intervenire militarmente in Kosovo e appropriarsi delle aree settentrionali del paese, dove vivono circa 50,000 individui di etnia serba che si rifiutano di accettare l’indipendenza della provincia da Belgrado. “L’intenzione della Serbia era quella di usare il treno, donato dalla Russia, per attaccare il Kosovo e impadronirsi delle aree settentrionali”, ha spiegato Tachi durante un’intervista.

La Serbia ha perso il controllo del Kosovo nel 1999, quando le forze militari della NATO hanno costretto Belgrado a ritirare le proprie truppe dal paese. La NATO ha mantenuto 5,000 soldati in Kosovo per preservare la fragile pace instaurata.

In seguito a colloqui tra i vertici dell’esercito serbo e i capi della sicurezza nazionale a Belgrado, domenica, il presidente serbo, Tomislav Nikolic, ha minacciato di inviare truppe in Kosovo. “Se uccideranno individui serbi, manderemo il nostro esercito, non sarebbe certo la prima volta”, ha commentato Nikolic. In risposta, Tachi ha riferito che, qualsiasi tentativo da parte della Serbia di estendere il proprio controllo sul nord del Kosovo, darà vita a una serie di reazioni a catena in tutti i Balcani occidentali.

Il presidente serbo, Tomislav Nicolic. Fonte: en.kremlin.ru

Il presidente serbo, Tomislav Nicolic. Fonte: en.kremlin.ru

di Redazione

Articoli correlati

Balcani

L’ALBANIA AUMENTA GLI SFORZI PER COMBATTERE IL TERRORISMO

L’Albania metterà in atto nuove misure di sicurezza volte a ridurre i rischi di radicalizzazione tra i propri cittadini

Balcani Europa

Vucic: le armi russe sono fondamentali per la difesa della Serbia

Le forniture di armi russe alla Serbia sono necessarie per aumentare significativamente la difesa nazionale. Lo ha dichiarato in un’intervista all’agenzia di stampa RIA Novosti il presidente Aleksandar Vucic. Il Presidente serbo, Aleksander Vucic. Font …

Balcani Europa

Svolta storica in Serbia: nuovo primo ministro donna e omosessuale

L’annuncio della nomina di Ana Brnabić, omosessuale dichiarata, è stato fatto questo giovedì dal presidente Aleksandar Vučić

Balcani

Immigrazione: Oxfam denuncia gli abusi e le torture della polizia sulla rotta balcanica

Il network contro la povertà Oxfam ha pubblicato un report in cui denuncia il trattamento violento ed illegale dei migranti lungo la tratta balcanica da parte delle autorità locali

Balcani

La Croazia apprezza l’interesse dell’UE verso i Balcani occidentali

Il primo ministro croato, Andrej Plenkovic, apprezza la posizione assunta dai leader dell’Unione Europea verso i Balcani occidentali

Balcani

L’Albania chiede un’UE forte per affrontare l’immigrazione

Il ministro per l’integrazione europea albanese, Klajda Gjosha, durante l’evento di lancio del programma “Interreg IPA CBC Italia-Albania-Montenegro”, a Bari, ha affermato che “è necessaria un’Unione Europea forte per affrontare le sfide poste dai flussi migratori”


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.