Algeria: smantellata cellula di spionaggio

Pubblicato il 16 gennaio 2017 alle 8:57 in Africa Algeria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le autorità algerine hanno smantellato una cellula sospettata di spionaggio a favore di Israele.

Le forze di sicurezza hanno riferito che i 10 membri del gruppo sono stati presi in custodia venerdì nella provincia di Ghardaia. I sospettati erano da tempo sotto indagine per stabilire quale fosse il motivo della loro presenza in Algeria. La polizia locale ha reso noto che i 10 individui provengono da paesi africani diversi, tra cui Libia, Mali, Etiopia, Nigeria, Kenya e Liberia. La cellula utilizzava telecomunicazioni sofisticate e dispositivi visivi per spiare le forze di sicurezza algerine. Inoltre, un CD contenente testi ebraici è stato trovato nella base dalla quale operavano.

Negli ultimi anni, gli stati africani hanno arrestato diversi individui con l’accusa di spionaggio a favore di Israele. Il mese scorso, la Tunisia ha riferito che Mohamed Zaouari, ingegnere aeronautico specializzato in droni, è stato assassinato nella città di Sfax da individui stranieri. Dal momento che Zaouari aveva legami con il movimento palestinese Hamas, molti ritengono che dietro alla sua morte si celi l’agenzia di intelligence israeliana del Mossad. Le autorità tunisine hanno riferito di voler approfondire le indagini sul caso, spiegando che l’assassinio potrebbe essere stato compiuto da agenti israeliani.

Bandiera algerina. Fonte: Wikipedia

Bandiera algerina. Fonte: Wikipedia

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.