Tensioni tra Cina e Taiwan in Nigeria

Pubblicato il 12 gennaio 2017 alle 16:32 in Asia Cina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Ministro degli Esteri della Nigeria ha ordinato lo spostamento dell’Ufficio di Rappresentanza di Taiwan dalla capitale Abuja alla città di Lagos. La dichiarazione del ministro Geoffrey Onyeama è giunta durante la conferenza stampa congiunta con il Ministro degli Esteri della Cina, Wang Yi, tenutasi nella capitale nigeriana Abuya.

Il ministro Onyeama ha ordinato “la modifica della denominazione dell’Ufficio di Rappresentanza di Taiwan, il suo spostamento dalla capitale alla città di Lagos e la diminuzione del personale”. Il capo della diplomazia della Nigeria ha anche “vietato le visite di ufficiali governativi a Taiwan e qualsiasi contatto diplomatico”.

Wang Yi ha accolto con estremo favore le misure intraprese dalla sua controparte nigeriana. Le decisioni del governo della Nigeria sono in linea con la richiesta fatta dal presidente della RPC, Xi Jinping, di rispettare il principio “una sola Cina” per tutelare le basi dei rapporti politici bilaterali. “Apprezziamo molto le misure intraprese dal governo della Nigeria per assicurare il rispetto del principio una sola Cina, crediamo siano importanti e risolvano un problema in grado di influenzare negativamente la fiducia politica reciproca. Il principio una sola Cina è per noi di vitale importanza. È la base e la premessa per lo sviluppo di relazioni amichevoli tra la Cina e il resto del mondo”, ha dichiarato il ministro Wang Yi, durante la conferenza stampa ad Abuja, l’11 gennaio.

Il capo della diplomazia di Pechino ritiene che l’Ufficio di Rappresentanza di Taiwan – un ente non diplomatico, con il fine di promuovere la cooperazione economico-culturale – abbia svolto funzioni che “non corrispondono alla sua missione” e abbia portato avanti attività che non rispettano il principio “una sola Cina”.

Ci opponiamo fermamente e riteniamo irragionevole e oltraggiosa la decisione del governo della Nigeria che appare guidata dagli obiettivi politici della Cina Continentale”, ha dichiarato il portavoce del Ministero degli Esteri di Taiwan, Wang Peiling. Taiwan e la Nigeria avevano istituito Uffici di Rappresentanza per la cooperazione economico-culturale con la sigla di un memorandum d’intesa, nel 1990. Nei due anni successivi, sono inaugurati i due Uffici rispettivamente ad Abuja e Taipei.

“La decisione del governo della Nigeria non rispetta il memorandum di intesa bilaterale che prevede l’istituzione delle rappresentanze nelle due capitali, sulla base del principio d’uguaglianza e del trattamento paritario. Siamo convinti che possa esserci modo di negoziare con la controparte nigeriana per risolvere la questione”, ha concluso la portavoce di Taiwan. L’ufficio di rappresentanza della Nigeria a Taipei non ha rilasciato dichiarazioni, affermando di non aver ricevuto informazioni dalla madre patria in merito alla questione.

Il Ministro degli Esteri della Repubblica Popolare Cinese, Wang Yi, ha effettuato la sua prima visita di stato del 2017 in Africa dal 2 al 12 gennaio 2017. Il fine della visita è rafforzare la presenza della Cina nella regione e i suoi legami con i paesi africani. Il rafforzamento dei legami con Pechino, ripetono i leader della Cina, deve essere basato sul principio “una sola Cina”. Secondo questo principio, l’isola di Taiwan è parte integrante del territorio cinese e non uno stato sovrano. Esiste una sola Cina rappresentata dal governo della Repubblica Popolare, come sancito dalla Risoluzione Onu 2758 del 1951.

Le tensioni diplomatiche tra Pechino e Taipei sono in escalation dall’elezione, nel gennaio 2016, della presidente pro-indipendenza Tsai Ing-wen esponente del partito autonomista Democratic Progressi Party. La Cina sembra fare appello al suo crescente potere economico e militare per isolare Taiwan dai suoi alleati storici e dai paesi con cui intrattiene rapporti amichevoli – seppur non diplomatici – di cooperazione economico- commerciale. La decisione del governo della Nigeria giunge poco  più di un mese dopo la rottura dei rapporti diplomatici tra Taiwan e Sao Tomè e Principe e l’instaurazione di rapporti ufficiali tra l’isola dell’Africa Occidentale e Pechino.

Consultazione delle fonti in cinese e redazione a cura di Ilaria Tipà

Abuja, Moschea Nazionale, Nigeria

Abuja, Moschea Nazionale, Nigeria. Fonte: Wikipedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.