Il fragile accordo turco-iracheno per risolvere la questione di Bashiqa

Pubblicato il 12 gennaio 2017 alle 8:00 in Iraq Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

A tre giorni dalla visita del primo ministro turco Binali Yildirim a Baghdad, che ha portato alla conclusione di un accordo per il ritiro delle forze turche dal campo di Bashiqa, divampano nuove tensioni tra i due paesi.

Cartina dell'Iraq. Fonte: Wikimedia Commons

Cartina dell’Iraq. Fonte: Wikimedia Commons

Il Primo ministro iracheno Haider al-Abadi ha affermato che i rapporti diplomatici e politici con Ankara sono vincolati al rispetto dell’accordo. Le truppe turche sono di stanza nel campo di Bashiqa, situato nei pressi di Mosul, ancor prima dell’inizio dell’offensiva a guida USA contro l’ISIS. Tuttavia, i turchi intendono restare in Iraq fino alla conclusione dell’offensiva anti-ISIS.

Nel frattempo, la Turchia ha convocato ad Ankara il capo dell’esercito iracheno, il Generale Osman al-Ghanimi.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.