Jovenel Moïse proclamato presidente di Haiti

Pubblicato il 10 gennaio 2017 alle 15:00 in America Latina America centrale e Caraibi

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Corte Suprema riconosce la vittoria di Jovenel Moïse e pone fine a un processo elettorale durato quindici mesi. Tra le due votazioni, tre rinvii, un presidente ad interim, un uragano e un’epidemia di colera.

Jovenel Moïse è stato nominato lo scorso 4 gennaio presidente eletto di Haiti dalla Corte Suprema del paese. Moïse, imprenditore nel campo dell’esportazione di banane, sarà proclamato fra un mese. Il candidato di centro-destra si era imposto nelle elezioni tenutesi tra ottobre del 2015 e novembre dello scorso anno. In mezzo una lunghissima crisi politica che sembra finalmente giungere a termine.

La decisione della corte arriva dopo settimane di proteste, denunce di brogli da parte del candidato sconfitto Jude Célestin e manifestazioni dei sostenitori di Moïse contro i ritardi nella proclamazione del nuovo presidente. Il paese caraibico, secondo le statistiche il più povero dell’emisfero occidentale, è entrato in crisi dopo l’annullamento delle elezioni dell’ottobre 2015.

Anche in quella occasione Moïse si era imposto, ma il voto era stato annullato per brogli e frodi di vario genere. Le elezioni erano state rinviate al 27 dicembre dello stesso anno, ma gli scontri tra le varie fazioni avevano reso impossibile la celebrazione degli scrutini. Un rinvio a gennaio del 2016 si era concluso allo stesso modo, sicché il Senato aveva nominato Jocelerme Privert presidente ad interim. Rinviate nuovamente allo scorso ottobre le elezioni non si erano tenute a causa dell’uragano Matthew. Il voto ha finalmente avuto luogo il 20 novembre 2016.

La lunga crisi politica, l’uragano e la recente esplosione di nuovi focolai di colera hanno reso necessario il rinnovo, per il tredicesimo anno di fila, della missione ONU nel paese caraibico. La missione MINUSTAH è guidata da paesi dell’America Centrale e Meridionale fin dal rinnovo seguito al terremoto del 2013. Il comandante militare è il generale brasiliano Ajax Porto Pinheiro, mentre il Capo della missione è Sandra Honoré di Trinidad e Tobago. Prima di lei avevano guidato la missione il cileno Mariano Fernández Amunátegui e il guatemalteco Edmond Mulet.

Il ministro della difesa del Brasile, Raul Jungmann ha espresso la speranza che il contingente internazionale possa essere ridotto e la missione portata a termine in seguito alla proclamazione del nuovo presidente.

Traduzione dallo spagnolo a cura di Italo Cosentino

Bandiera di Haiti. Fonte: Wikimedia commons

Bandiera di Haiti. Fonte: Wikimedia commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.