Il collasso del sistema penitenziario brasiliano

Pubblicato il 9 gennaio 2017 alle 11:00 in America Latina Brasile

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministero della giustizia interviene a sostegno di tre stati, mentre il tribunale di Roraima libera 160 detenuti perché lo stato non è in grado di garantirne l’incolumità

Il Governo Federale del Brasile ha annunciato misure drastiche e la costruzione di nuovi penitenziari, dopo i massacri nelle carceri di Manaus e Roraima. Gli scontri tra bande criminali pauliste e carioca hanno già causato oltre cento morti, più di 60 a Manaus e altri 33 a Roraima. Il ministero della giustizia ha approvato domenica 8 l’invio di forze federali a sostegno degli stati di Amazonas, Rondônia e Mato Grosso. Obiettivo, aiutare nel controllo dei penitenziari e combattere la delinquenza locale. Roraima, lo stato dove è avvenuto l’ultimo episodio, non ha chiesto l’intervento federale – aggiunge la nota del ministero.

Il principale quotidiano del paese, O Globo, tuttavia, denuncia l’inefficienza del governo federale. Dal 2007 ad oggi sono state bloccate o cancellate 72 opere nell’ambito penitenziario, per un totale di quasi 400 milioni di Reais (117 milioni di euro). Tali opere avrebbero dovuto generare oltre diecimila nuovi posti e rendere più gestibile il sistema.

La relazione del Dipartimento Penitenziario Nazionale del Ministero della Giustizia accusa gli stati della situazione attuale. I ritardi nell’inizio dei lavori sarebbero la causa principale della cancellazione dei contratti d’appalto, e questo – sottolinea la relazione – è di responsabilità statale e non federale. Lo stato di Rio de Janeiro, con 12 contratti disattesi per quasi 1500 posti e 62 milioni di Reais è in cima alla classifica, segue Rio Grande do Sul, ma in generale il problema riguarda tutto il Brasile.

Il Tribunale di Roraima, intanto, ha ordinato la liberazione di oltre 160 detenuti, finora in regime di semilibertà.  “Lo stato non è in grado di garantire la loro incolumità” è stata la motivazione della decisione del giudice. Alla base della sentenza un documento in tal senso vergato dal direttore del penitenziario dove si sono svolti gli scontri. In effetti, il paese si ritrova un sistema penitenziario al collasso, una situazione paradossale per cui lo stato non riesce a controllare le carceri.

Traduzione dal portoghese di Italo Cosentino

La bandiera del Brasile. Fonte: wikipedia

La bandiera del Brasile. Fonte: wikipedia

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.