Argentina: La ex presidente Kirchner a processo per corruzione

Pubblicato il 30 dicembre 2016 alle 18:30 in America Latina Argentina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La ex presidente dovrà rispondere di associazione illecita e amministrazione fraudolenta assieme a molte alte cariche del suo governo

La ex presidente dell’Argentina Cristina Fernández de Kirchner è stata rinviata a giudizio lo scorso 27 dicembre. Dovrà rispondere di associazione illecita allo scopo di indirizzare contratti pubblici a favore di Austral Construcciones. Si tratta di un’impresa edile di proprietà di Lázaro Báez, un industriale vicino al partito della Kirchner.

Il provvedimento di rinvio a giudizio è accompagnato da un provvedimento di pignoramento dei beni per un valore di dieci miliardi di pesos, oltre seicento milioni di dollari.

Assieme alla ex presidente sono stati rinviati a giudizio molti uomini del suo governo. Tra questi Julio de Vido, ministro della Pianificazione Federale dal 2003 al 2015, José López, sottosegretario alle opere pubbliche e, naturalmente, il proprietario della Austral Construcciones. Henry Ramos Allup, presidente del parlamento di Buenos Aires ha commentato con soddisfazione l’iniziativa del giudice Julián Ercolini. “L’Argentina comincia finalmente a fare pulizia dei suoi governanti corrotti” ha dichiarato.

Cristina Fernández è stata presidente dell’Argentina per due mandati, dal 2007 al 2015. Il defunto marito Néstor aveva ricoperto la massima carica nel quadriennio precedente.

Traduzione dallo spagnolo a cura di Italo Cosentino.

Cristina Fernández de Kirchner durante il suo mandato presidenziale. Fonte: Wikimedia Commons

Cristina Fernández de Kirchner durante il suo mandato presidenziale. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.