Kuwait si propone come intermediario tra il Cairo e Riyad

Pubblicato il 8 dicembre 2016 alle 12:21 in Kuwait Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Viceministro degli Esteri del Kuwait, Khaled al-Jarallah, ha affermato che il suo paese vorrebbe aiutare l’Egitto e l’Arabia Saudita a raggiungere una riconciliazione.

Nei giorni precedenti il 37esimo summit del Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC), conclusosi ieri, il Viceministro aveva auspicato la fine di queste tensioni. Prima che le relazioni tra il Cairo e Riyad si raffreddassero, l’Arabia Saudita dal 2013 forniva all’Egitto aiuti per miliardi di dollari. Quando il Cairo lo scorso ottobre ha votato a favore di una risoluzione russa in seno al Consiglio di Sicurezza dell’Onu, Riyad ha tagliato tutti i rifornimenti di petrolio all’Egitto.

Il Kuwait si è successivamente sostituito all’Arabia Saudita come principale fornitore di greggio, concedendo una spedizione di due milioni di barili ogni mese al Cairo. La scorsa settimana, l’Arabia Saudita ha riferito che non si riconcilierà con l’Egitto fino a che il Ministro degli Esteri egiziano Sameh Shukri non verrà licenziato, e le due isole Tiran e Sanafir non torneranno sotto la sovranità saudita, come concordato con il Cairo lo scorso aprile. Se non venisse raggiunto un accordo, ci potrebbero essere ripercussioni economiche negative per tutti i paesi della regione.

La dichiarazione di Jarallah costituisce la prima volta in cui un alto funzionario di governo ha riconosciuto pubblicamente l’esistenza di tensioni tra Egitto ed Arabia Saudita, esprimendo la volontà di volersi impegnare nella mediazione tra i due paesi.

Il Viceministro degli Affari Esteri del Kuwait, Khaled al-Jarallah. Fonte: Kuna.net

Il Viceministro degli Affari Esteri del Kuwait, Khaled al-Jarallah. Fonte: Kuna.net

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.