Oman vieta condivisione video a sfondo “settario”

Pubblicato il 7 dicembre 2016 alle 16:24 in Oman

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Sultanato dell’Oman ha diffuso un comunicato ufficiale in cui vieta ai cittadini di condividere online video a sfondo “settario” e annuncia pene severe per coloro che violeranno le nuove norme. In una conferenza stampa, il PM Hussein al-Hilali ha dichiarato che sono previste pene severe per chi verrà sorpreso a condividere sui social media video che incitano al conflitto settario e/o religioso. Hilali ha ricordato agli omaniti che l’incitamento all’odio settario è un crimine ed ha annunciato un giro di vite contro chi risulterà coinvolto in simili incidenti.

Il contenuto dell’annuncio potrebbe far riferimento alle recenti tensioni tra l’Arabia Saudita, paese a maggioranza sunnita, e il governo sciita dell’Iran. Nonostante sia un paese membro del Consiglio di Cooperazione del Golfo (CCG), l’Oman non ha preso parte alla coalizione a guida saudita contro i ribelli Houthi, sostenuti dagli iraniani in Yemen. Nel frattempo, Muscat mantiene discreti rapporti con Teheran. Il sovrano saudita non ha scelto l’Oman come tappa del suo recente tour nel Golfo; tuttavia, re Salman ha incontrato il delegato dell’Oman durante il CCG Summit.

La Grande Moschea del Sultano Qaboos a Muscat, Oman. Foto di Richard Bartz tratta da Wikimedia Commons (5 gennaio 2014)

La Grande Moschea del Sultano Qaboos a Muscat, Oman. Foto di Richard Bartz tratta da Wikimedia Commons (5 gennaio 2014)

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.