Cassazione annulla ergastolo a Morsi

Pubblicato il 22 novembre 2016 alle 23:03 in Egitto

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Corte di Cassazione ha annullato la sentenza di ergastolo nei confronti del deposto presidente Mohamed Morsi. La sentenza condannava l’ex Presidente egiziano per spionaggio, in favore dell’Iran, e di esponenti del gruppo palestinese Hamas. Dopo essere stato democraticamente eletto nel giugno 2012 , Morsi è stato rovesciato da un colpo di Stato militare, il 3 luglio 2013, e messo sotto accusa con vari capi d’imputazione.  Insieme ad altri esponenti dei Fratelli Musulmani, è stato condannato a due ergastoli per spionaggio, e alla pena capitale per cospirazione, provocando la dura condanna di Erdogan, che di Morsi è un alleato. Il 15 novembre scorso, la magistratura egiziana ha annullato la condanna alla pena capitale, chiedendo la ripetizione del processo. Gli altri processi che vedono coinvolto Mohamed Morsi riguardano reati commessi durante la sua presidenza. Finora, Morsi è stato condannato a venti anni di carcere, con l’accusa di detenzione e tortura contro manifestanti, ed è sotto processo per frode e oltraggio alla giustizia.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.